Nuova Orchestra Scarlatti
Comunita' Orchestre
Comunita' Orchestre

Comunita' Orchestre

La nuova Comunità delle Orchestre Scarlatti

La Nuova Orchestra Scarlatti ha rilanciato lo spirito che da sempre anima la sua attività – con un atto di visione creativa: la formazione, accanto a sé, di altre tre orchestre, la Scarlatti Junior, aperta a ragazze e ragazzi tra gli 11 e i 18 anni, la Scarlatti Young, per giovani strumentisti di età compresa fra i 18 e i 28 anni, e la Scarlatti per Tutti, orchestra amatoriale che accoglie persone di ogni età ed estrazione, accomunate dal puro piacere di far musica insieme.
Esistono altre esperienze di orchestre giovanili o amatoriali, ma come singole iniziative. La creazione di una vera e propria Comunità musicale che collega fra loro quattro Orchestre e coinvolge tutti, a 360 gradi - musicisti professionisti, giovanissimi, giovani, dilettanti di tutte le età – è un esperimento assolutamente innovativo e unico in Italia e in Europa, un progetto che ha grandi potenzialità di diffusione ed espansione e che, soprattutto ha un forte potenziale di inclusione sociale, con un’attenzione particolare alle fasce più disagiate.

Dopo una fase preliminare di bandi e audizioni, il 2015 ha rappresentato l’ “anno zero” di verifica del progetto. Immediato e positivo è stato il riscontro, con numerose adesioni, che hanno portato all’immediata attivazione in parallelo di tre laboratori orchestrali:

Scarlatti Junior - 62 elementi
Scarlatti Young – 26 elementi
Scarlatti per Tutti (Amatoriale) – 22 elementi

La Nuova Orchestra Scarlatti (50 elementi) ha quindi avviato questa fase di formazione musicale, ma anche di forti scambi culturali, professionali, umani, con una rassegna musicale integrata tra l’Orchestra ‘madre’, la Nuova Orchestra Scarlatti,  e le tre ‘figlie’, inaugurata da un concerto che ha visto le 4 Scarlatti (ben 114 elementi!) riunite sul palcoscenico del Teatro Mediterraneo di Napoli.
L’unicità dell’evento, diffuso attivando decine di migliaia di contatti tramite web e social network, pubblicizzato dalla stampa, da emittenti televisive private e pubbliche (RAI 3, Radio RAI 3), e salutato da una platea gremita da circa un migliaio di persone, dimostra, con l’eccezionale livello di partecipazione e di coinvolgimento, le grandi potenzialità di moltiplicazione dei contatti e di ampliamento dell’area di interesse del progetto delle Comunità delle Orchestre Scarlatti che, oltre i diretti partecipanti, coinvolge famiglie, musicisti, simpatizzanti.
Quest’onda di interesse è confluita nella nascita di AmiScarlatti, il cui scopo è quello di raccogliere e organizzare la rete di adesioni crescenti.   

 foto di Klaus Bunker